• Image
  • Image
  • Image
  • Image

Sei qui » News

Le ultime News

aprile 23, 2015
Presentate al 90° Congresso SIDeMaST le Raccomandazioni per la gestione della Rosacea

(ANSA) - MILANO, 23 APR - Viene confusa con la couperose, ma il nome corretto è rosacea, malattia infiammatoria della pelle che colpisce soprattutto le aree centrali del viso, come guance, naso, palpebre. Viene spesso sottovalutata e solo 1 persona su 10 si rivolge al medico e ottiene una diagnosi. "La rosacea invece, presso i pazienti acquisisce la dignità di malattia solo quando papule, pustole e ispessimento della pelle hanno già aggravato le condizioni - dice Giampiero Girolomoni, Presidente della Società di Dermatologia medica (SIDeMaST), che oggi tiene il 90° Congresso -. Oggi esistono tanti rimedi che possono migliorare questa condizione ma, se non curata la rosacea si aggrava e dalle forme più lievi si passa a quelle più gravi". Una recente indagine sulla percezione dell' arrossamento del viso associate a rosacea ha dimostrato come questa condizione influenza in maniera negativa la sfera emotiva e sociale dell'individuo. Ne è risultato che la persona con rosacea è fortemente condizionata a livello emotivo: prova imbarazzo per il giudizio altrui, sul luogo di lavoro si sente imbarazzato nei rapporti con i propri colleghi, ha una minore sicurezza nell'affrontare colloqui di lavoro. Nei rapporti sociali prova imbarazzo per il giudizio di famigliari o amici, è a disagio nel fare nuovi incontri ed è imbarazzata per il giudizio del proprio compagno/a. 

Un gruppo di esperti ha messo a punto le Raccomandazioni sulla Gestione della Rosacea con focus sulle opzioni terapeutiche più efficaci, redatte con il patrocinio di SIDeMaST e ADOI, Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani, e con il contributo incondizionato di Galderma. "Negli ultimi anni la ricerca ha condotto a una migliore comprensione dei meccanismi correlati alla rosacea - conclude Giuseppe Micali (Università di Catania) -. Ciò ha consentito l' elaborazione di nuovi trattamenti che, se utilizzati in tempo e in maniera appropriata, sono in grado di tenere sotto controllo i sintomi della malattia. Per questo motivo è indispensabile che il paziente, a fronte di sintomi riconducibili alla rosacea, si rechi tempestivamente dal dermatologo di fiducia". (ANSA).

Pubblicato: News

Seguici Follow us on twitter Follow us on Linkedin

Responsabilità aziendale

Far crescere una comunità dermatologica responsabile

Impegnati in tutto il mondo

Scopri di più          

Video

Il nostro impegno

 Guarda il video